errori nuovo logo

Nuovo logo o restyling? Gli 8 errori da evitare

E’ giunto il momento di fare il punto della situazione: a seconda del contesto in cui si trova il tuo business, hai pensato di dotarti di un logo tutto tuo oppure di sottoporre a restyling quello esistente. Benissimo!

Ma…ne sei sicura? Desidero fare l’avvocato del diavolo e metterti qualche pulce nell’orecchio perchè solo così potrai veramente capire cosa fa al caso tuo e se le circostanze sono davvero a tuo favore sotto tutti i punti di vista.

Voglio insomma aiutarti a fare la scelta giusta, perchè quello del logo è comunque un passo importante, sia che tu lo debba ancora creare, sia che tu lo voglia rinnovare.

Ecco quindi gli errori da evitare in questa indispensabile fase decisionale:

Essere impulsiva

Pensare al tuo logo (nuovo o rinnovato) è davvero esaltante, lo so! Ma decidere dall’oggi al domani spinta solo dall’entusiasmo potrebbe essere fuorviante.

Ogni decisione va ponderata, si tratta comunque di un piccolo ma importante investimento per il futuro del tuo business. Prenditi quindi qualche giorno di tempo prima di accendere la tua risposta definitiva sulla questione, senti se l’entusiasmo continua o diminuisce, ascolta cuore + cervello, agisci di conseguenza!

Farti sopraffare dall’indecisione

Al contrario, se non sei sicura sul da farsi devi cercare di uscire dal limbo, non puoi crogiolarti nel dubbio e lasciar perdere per mancanza di polso.

Anche in questo caso ti invito a metterti in ascolto del tuo cuore, connettilo al tuo cervello, chiedi un parere ad amici o parenti. Posso anche venirti in aiuto io con una consulenza gratuita, scrivimi pure senza farti problemi!

Non avere un obiettivo

Prima di procedere, devi chiederti “perchè voglio il mio logo?” oppure “perchè voglio apportare delle modifiche a quello esistente?”.

Avere le idee chiare sulla meta da raggiungere e sulla direzione da seguire le aiuta a trasformarle in un briefing perfetto sia per te stessa sia per chi ti seguirà nella progettazione del tuo logo.

E’ comunque un modo di pensare e vedere le cose da imprenditrice di te stessa, quindi se vuoi fare davvero sul serio il tuo mindset va portato su questa lunghezza d’onda.

Non sapere come utilizzerai il tuo logo

A seconda dell’attività che svolgi, il tuo logo potrebbe essere applicato sui tuoi biglietti da visita o direttamente sui tuoi prodotti, come insegna del tuo negozio o come striscione pubblicitario, su volantini per un evento o sul gadget di turno, oppure solo sul web.

Avere le idee chiare sul suo utilizzo potrebbe determinare alcune caratteristiche del logo stesso: il progettista saprà realizzarlo al meglio secondo le tue esigenze (per esempio, in un logo che andrà stampato minuscolo non inserirà molti particolari, per evitare di “impastarli” rendendoli illeggibili, oppure potrebbe prevedere il logo anche in
bianco e nero).

Sarebbe un peccato non considerare questi aspetti, ne varrebbe la riuscita ottimale e completa del progetto!

Non ascoltare te stessa

Il tuo logo ti deve rispecchiare appieno, quindi dev’essere allineato
totalmente con la tua essenza
.

Se qualcosa del progetto non ti convince (anche solo un particolare)
non devi fartelo piacere per forza: insieme al grafico devi arrivare ad ottenere il logo per te ottimale!

Il designer sa fare il suo lavoro ma non sempre un progetto si conclude in fretta, talvolta ha bisogno di modifiche ed aggiustamenti vari. Con un po’ di pazienza il risultato finale sarà quello perfetto!

Copiarlo o acquistarlo preconfezionato

Un errore comune – per velocizzare il processo o per risparmiare – è proprio quello di copiare un logo già esistente (magari straniero, per cercare di evitare che l’altro titolare se ne accorga) o di acquistarne uno già pronto (dovresti solo sostituire il tuo nome ed il gioco è fatto).

Se un logo già esiste è stato realizzato per qualcun altro, sicuramente non riuscirà a rappresentarti al 100% e non avresti per forza di cose una creazione originale, solo tua. Inoltre, se qualcuno si accorge della copiatura, potresti avere guai legali.

Un logo copiato o preconfezionato è come non averlo, non ti aiuterà di certo a rendere unico e riconoscibile il tuo business!

Partire con il piede sbagliato, quasi “fregando” il tuo pubblico, non è indice di serietà ed onestà. Davvero vorresti mettere subito a rischio la reputazione tua e della tua attività?

Affida senza timore la progettazione del tuo logo ad un professionista (oppure fai da te col mio corso Gemma : )

Utilizzare gli elementi a casaccio

Se pensi che colori, font e pittogramma (gli elementi che costituiscono il logo) possano essere scelti d’impulso trovandoli su Pinterest ed il logo è fatto, ti sbagli di grosso.

La creazione di un logo è un processo complesso, ricco di input e di variabili da considerare. Non basta accorpare 4 elementi carini e via. C’è tutta una serie di step progettuali che portano al file definitivo.

Guardarti in giro per prendere ispirazione è sicuramente un’ottima idea, ma poi ogni scelta va declinata sulle tue personali esigenze ed obiettivi. Per questo il graphic designer all’inizio del progetto ti pone alcune indispensabili domande per capire in quale direzione proseguire, e l’intero processo è una vera e propria collaborazione tra te ed il professionista.

Farlo realizzare da tuo cugggino*

*Cugggino: persona amica che smanetta con i programmi di grafica per hobby o divertimento (dal Dizionario dei Grafici Professionisti : )

Capita che se devi realizzare un progetto grafico – e desideri risparmiare, perchè questo è in fondo il vero motivo che ti spinge a fare questo passo falso! – decidi di chiamare il tuo amico Tizio, quello che nella sua cameretta smanetta col suo computer e crea anche cose carine e simpatiche per la sua classe.

Purtroppo, però, affidare l’ideazione e la realizzazione della tua idea grafica e del tuo logo ad un non professionista risulterà una perdita di tempo e di denaro, perchè più prima che poi dovrai rimettere mano sul progetto.

Lo so per esperienza personale: hai mai sentito il detto “chi più spende, meno spende”? Ebbene, anch’io sono incappata nel tuo errore (per altre cose) ed alla fine ho imparato che bisogna affidarsi a dei veri professionisti per ottenere risultati a regola d’arte!

Considera che il costo di un professionista comprende anche i suoi studi, la sua esperienza e la qualità del suo lavoro!

Ricorda: un logo ed un’identità visiva allineati con te stessa renderanno il tuo branding davvero felice, non solo per te ma anche per il tuo pubblico.


Se hai dubbi o domande sul tuo logo, scrivimi pure: possiamo fissare una consulenza gratuita per capire come dovresti procedere secondo le tue esigenze.

Chiara

Puoi iscriverti alla mia newsletter per non perderti tutti gli aggiornamenti importanti direttamente da QUI. Ti aspetto!

Share this post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email