scelta grafico errori

Devi scegliere il tuo grafico? Ecco gli errori da evitare

Vediamo se hai seguito questi passaggi:

  • Hai analizzato il tuo logo? (Puoi farlo partendo da QUI)
  • Pensi di dotarti di un logo nuovo? (Ottimo, leggi QUI)
  • Credi di dover migliorare il tuo logo esistente? (Bene, leggi QUI)

Bravissima, ora sei arrivata all’ardua decisione di scegliere il professionista perfetto per te.

Durante questa fase potresti incappare in alcuni errori, ma ecco che arrivo io in tuo aiuto: grazie alla mia esperienza sul campo, posso prevenire che tu li compia.

Questi sono gli errori che dovresti evitare affinchè il tuo progetto vada a buon fine e porti il risultato che speri:

Non affidarti ad un grafico professionista

Il graphic designer è lì per te, fa questo mestiere da anni, lo ha scelto per passione e lo adora. Il tuo grafico sa esattamente cosa deve fare per te, ha alle spalle determinati studi, anni di esperienza ed un certo talento innato per i lavori azzeccati e ben fatti. Quindi, perchè non affidarti ad un esperto?

Se pensi di poter risparmiare chiamando il cugino dell’amico di tua cognata che trascorre le domeniche pomeriggio al pc smanettando sui programmi di grafica per hobby, sappi che prendi un abbaglio. Egli non affronterà il progetto con la dovuta serietà e professionalità, dedicherà ad esso solo un’oretta alla settimana (quando ha tempo), non saprai mai quando te lo consegnerà con certezza, e probabilmente dovrai rimetterci mano più avanti, con ulteriore dispendio di tempo e denaro.

Se desideri approfondire l’argomento, scopri i motivi per i quali dovresti scegliere un professionista per la realizzazione della tua identità visiva.

Scegliere il preventivo solo in base al costo

Di solito, quando devo scegliere un fornitore, mi faccio fare 2/3 preventivi, poi li metto a confronto: prezzo, cosa mi offrono, come me lo offrono. Vado a sbirciare sui loro siti e sui loro canali social. Un fornitore, insomma, mi deve convincere non solo per ciò che offre ed il prezzo che mi propone, ma anche per come si pone nei miei confronti. Magari il preventivo è ottimo per quanto riguarda il costo ma poi la persona è antipaticissima o mi ha trattato con sufficienza…bannata!

Quello che voglio suggerirti di fare è proprio questo: controlla con attenzione tutte le voci del preventivo, fai domande se non ti è chiaro qualcosa. Cerca di “conoscere” il grafico anche attraverso il suo sito (chi è? Quali progetti presenta nel suo portfolio?) ed i suoi canali social (come lavora? Ha un tono di voce che ti coinvolge o “parla” un linguaggio che non ti rispecchia?).

Fatti consigliare insomma anche dal tuo istinto, senza però essere impulsiva. Studia con cura i preventivi per definire pro e contro delle offerte, e sappi che il professionista dev’essere disponibile a dissipare eventuali dubbi.

Crogiolarti nell’indecisione

Magari hai richiesto 10 preventivi diversi…panico!

Keep calm e rifletti a mente fredda, potrai pensare più lucidamente ed arrivare alla soluzione più adatta alle tue esigenze ed ai tuoi gusti. Segui il punto precedente, cerca eventualmente il confronto con chi ti sta vicino.

Datti un tempo per decidere con la dovuta tranquillità, ma poi la tua decisione dev’essere definitiva e tu dovrai sentirti sicura al 100% della tua scelta.

Non fidarti del professionista prescelto

Al tuo grafico dovrai affidare una parte importante di e per te, di e per il tuo business. Devi avere fiducia nella sua persona, nelle sue capacità, nella sua
professionalità. Vuole fare il tuo bene!

Se non ti fidi, o non riesci a delegare o hai scelto la persona sbagliata.

Non fornire un briefing dettagliato

Prima di iniziare il tuo progetto, il grafico ti porrà una serie di domande a cui tu dovrai saper rispondere nel modo più chiaro e dettagliato possibile. Se non riesci a fornirgli un briefing ben definito, il progettista sarà in difficoltà, i tempi del lavoro si diluiranno su larga scala e tu non sarai mai soddisfatta delle proposte.

Pretendere mille proposte

Un professionista serio ti fa firmare un contratto prima di iniziare, questo permette di definire il rapporto di lavoro che state per intraprendere in modo chiaro e corretto per entrambe le parti.

Nel documento ci sono tutti gli elementi dell’accordo, anche il numero di proposte comprese nel prezzo. Le ulteriori sono a pagamento. Leggi bene tutto prima di firmare!

Pretendere mille modifiche

Nel contratto dovrebbero essere specificate anche le modifiche incluse nel prezzo, suddivise per quantità e tipologia. Se ne desideri di diverse ed ulteriori, richiedi un nuovo preventivo.

Non rispondere alle richieste del grafico

Il rapporto con il professionista è molto stretto (almeno, nel mio caso!): è auspicabile un sano botta e risposta continuo, per una collaborazione sana e proficua ed un avanzamento ottimale del progetto.

Spesso però i clienti si dimenticano di rispondere, tergiversano, procrastinano…questo è uno di quegli errori da evitare, poichè ne va del tempo impiegato da entrambe le parti per concludere il progetto e del suo esito stesso!

Allungare i tempi di un progetto non per significativi motivi significa anche diluire la scintilla creativa del grafico.

Non chiedere delucidazioni

Qualsiasi dubbio ti venga prima, durante e dopo il progetto, va dipanato!

Non essere timida o timorosa, fai pure tutte le domande del caso al tuo
grafico
: avrà piacere di offrirti le risposte adeguate e coinvolgerti nel suo lavoro.

Ed ora che hai ben chiari gli errori che dovresti evitare durante la scelta del tuo grafico preferito (o grafica : ) e durante lo svoglimento del progetto a te dedicato, puoi conoscere meglio chi sono e scoprire il mio portfolio!

Chiara

Puoi iscriverti alla mia newsletter per non perderti tutti gli aggiornamenti importanti direttamente da QUI. Ti aspetto!

Share this post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email